Alfa Romeo presenterà una vettura sportiva nel 2023

Mentre il nuovo direttore diAlfa RomeoJean-Philippe Imparato aveva annunciato di volersi concentrare sulla redditività del marchio prima di realizzare delle piccole serie nella sua Piano di prodotto Alfa Romeoquest'ultimo ha sorprendentemente annunciato ai giornalisti di Autocar il presentazione di un'Alfa Romeo sportiva per il 2023.

Una nuova auto sportiva Alfa Romeo perché il marchio è finalmente redditizio?

Questo era il ruolo principale di Jean-Philippe Imparato quando è stato messo a capo dell'Alfa Romeo da Carlos Tavares: risollevare le sorti del marchio italiano per renderlo finalmente redditizio.

Questo è un prerequisito per la sopravvivenza del marchio in questo decennio e per il lancio di nuovi modelli.

Quindi, un'operazione riuscita? Sembra proprio di sì, visto che Imparato ha rivelato che il marchio Alfa Romeo tornerà a essere redditizio entro la fine del 2021. Con i volumi ridotti di Giulia e Stelvio e il lancio del Tonale, le luci sono verdi. Il motivo del lancio di questa supercar.

Cosa sappiamo di questa futura auto sportiva Alfa Romeo

Le informazioni su questa nuova vettura sportiva Alfa Romeo sono molto scarse, perché anche all'interno dell'Italia non tutti sono informati su questo modello. Ecco cosa sappiamo:

  • Sarà presentato nella prima metà del 2023... il 24 giugno;
  • Potrebbe chiamarsi T33, 8C... o qualcos'altro;
  • Sarà un concetto avanzato;
  • Se verrà commercializzata, sarà un'edizione limitata (come la 8C e la 8C Spider);
  • Sarà " molto emozionante, molto esclusivo e molto costoso " ;
  • La piattaforma sarà sicuramente quella dell'MC20;
  • Si tratterà di 100 % termici o 100 % elettrici, probabilmente in funzione dell'uscita dell'MC20 elettrico;
  • Il design sarà curato dal team di Alejandro Mesonero-Romanos, nuovo responsabile dello stile Alfa Romeo. Sicuramente segnerà il nuovo design Alfa Romeo che sarà inaugurato anche con il B-SUV.

L'8C che è diventato MC20 e ora è un T33

Noi di ItalPassion abbiamo un archivio e vale la pena ricordare che, prima dell'annuncio della MC20, da diversi anni (ai tempi di Sergio Marchionne) era in programma una nuova vettura sportiva Alfa Romeo, che si sarebbe chiamata 8C.

Come promemoria, il progetto di questa sportiva Alfa Romeo è stato cancellato nel 2019... poche settimane prima dell'annuncio di una MC20 alla Maserati, nell'anno della fusione FCA/PSA che è diventata Stellantis.

Ecco un'immagine trapelata dell'Alfa Romeo 8C... il progetto della nuova supercar Alfa Romeo non dovrebbe più assomigliare a questo.

6 Commenti

Lascia una risposta
  1. È un peccato, perché il design sotto il telone sembrava molto attraente.
    È una buona idea per l'Alfa passare alla serie limitata e renderà la piattaforma della MC20 più redditizia e si spera di vedere il V6 Alfa al suo interno.

    • Oh sì, vedendo la rapidità con cui la Giulia GTA e la GTAm sono andate esaurite, possono permettersi di fare edizioni limitate come questa di tanto in tanto... fino a quando non avranno in catalogo un modello fisso di supercar tra qualche anno...

      • Speriamo che esca una versione GTAC della Giulia con 580 CV e non, ad esempio, la 250ex, che sarà venduta alla velocità della luce.

      • È vero che all'Alfa manca una SuperCar, ma anche alla Lancia (la MonteCarlo, la Beta, la 037 e la Stratos), all'Abarth e alla Vauxhall (basata sulla 4C, per esempio) e all'Alfa 6C (una 4C più grande con il V6 in posizione longitudinale). Alla Lancia, alla DS (avrei preferito la Citroen) e alla Chrysler una Artega GT con gli stessi interni (Marchionne ha perso la nave e si è morso le dita giocando al gatto e al topo con Artega quando aveva tutto su un piatto d'argento per una manciata di ciliegie). Manca anche la 1 Super sportiva e l'arresto della 124 che è un'enorme stronzata senza nome (quando si vedono tutti i soldi investiti con Mazda in essa) e la migrazione della 4C da Abarth (che aveva anche diverse volte la cilindrata di 1,75 nei suoi motori) ad Alfa (dopo trattative fallite con Artega) che avrebbe meritato un emblema dello scorpione (condiviso con Vauxhall oggi cambiando la carrozzeria per sostituire il VX220 che era un successo). La base MX5/124 sarebbe potuta finire anche ad Alfa (Duetto), Dodge (Demon), Lancia (Fulvia), Chrysler e DS per renderla più redditizia e non c'è niente di meglio come portabandiera di Lotus nello stesso genere (che sta anche per crollare a poco a poco cercando di cambiare la filosofia leggera del marchio 👎 e questo si sente già).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.