100 auto elettriche % italiane

Per la stragrande maggioranza dei produttori, il futuro dell'auto è elettrico.

Entro il 2030 la maggior parte dei produttoricompresi gli italiani, offrirà una gamma elettrica da 100 %. Il termine termico, ibrido, sarà al massimo riservato a pochi modelli di marchi come Ferrari e Lamborghini.

Per aiutarvi a orientarvi, questa pagina elenca le auto elettriche italiane già presenti sul mercato e quelle in arrivo.

Abarth

Abarth presenterà la sua prima auto elettrica basata sull'attuale 500 elettrica. Dovrà essere più potente e meglio equipaggiata per lo sport. I prototipi sono attualmente in circolazione.

  • Abarth 500 elettrica (2024)

Alfa Romeo

È ufficiale, il La gamma Alfa Romeo sarà 100 % elettrica nel 2027. La sfida è quella di mantenere il DNA del piacere di guida di una Alfa RomeoQuesto avverrà con auto elettriche, che non dovranno assomigliare ad iPad.

  • Alfa Romeo B-SUV (2024)
  • Alfa Romeo D-SUV (2025)
  • Alfa Romeo berlina (2026)
  • Alfa Romeo E-SUV (2027)

Fiat

Dopo aver presentato e iniziato a commercializzare la sua 500 elettrica nel 2020, l'azienda è ora pronta a lanciare la sua nuova auto elettrica, Fiat sta preparando altri modelli elettrici da affiancare.

  • Fiat 500 elettrica (2020)
  • Fiat B-SUV (2022)
  • Fiat C-SUV (2024)

Lancia

Parlare di sostenibilità elegante per Lancia. Il menù prevede un design senza tempo, reinterpretato in chiave moderna e contemporanea. La Lancia rinascerà con l'energia elettrica grazie alle nuove piattaforme STLA di Stellantis.

  • Lancia Ypsilon (2024)
  • Lancia Aurelia (2026)
  • Lancia Delta (2028)

Lamborghini

Se il marchio di supercar Lamborghini offrirà ancora auto termiche, elettrificate, ha anche annunciato nel suo piano prodotti un modello 100 % elettrico nel 2024.

  • Lamborghini (2024)

Maserati

Il marchio Maserati da alcuni anni soffre di un invecchiamento non compatibile con il malus ecologico, soprattutto in Francia. È stato presentato un ambizioso piano di prodotti con molti 100 modelli elettrici %. Il via sarà dato nel 2023, l'anno in cui Maserati entra in Formula E.

  • Maserati Granturismo Folgore (2023)
  • Maserati MC20 (2023)
  • Maserati Grecale Folgore (2023)
  • Maserati Quattroporte (2024)
  • Maserati Levante (2024)

Ferrari

Se per diversi anni Ferrari non ha voluto comunicare la possibilità di una vettura 100 % elettrica, è stato confermato da John Elkann. La prima Ferrari 100 % elettrica sarà presentata nel 2025.

  • Ferrari (2025)

6 Commenti

Lascia una risposta
  1. È piuttosto sorprendente (per non dire altro) che Maserati sia il marchio che sta sviluppando per primo e in modo più esteso la sua gamma elettrica, mentre Fiat, Lancia e Alfa Romeo - che sono i marchi che puntano ai volumi maggiori - rimangono così timidi... E Abarth ha davvero intenzione di impiegare altri due anni per sviluppare una 595 su una base esistente?

    • Penso che Maserati sia il marchio che soffre di più per le emissioni di CO2 senza vere novità a livello termico (PHEV a priori non è in programma...). Per Abarth è una questione di batteria, peso e suono.... Potrebbe essere presentata l'anno prossimo, ma il piano di prodotto annuncia una Abarth 500e per il 2024.

      • Si può anche pensare che ogni cliente Fiat sia a poche centinaia/migliaia di euro quando il cliente Maserati può tranquillamente superare i 15.000... Spero almeno che Fiat faccia a meno dei motori elettrici Vitesco/Continental utilizzati da Peugeot e che sembrano così poco efficienti.

        • O forse dovrebbe essere dotata di un cambio automatico a due velocità per passare in seconda a partire da 70 km/h e ottimizzare il consumo di carburante in autostrada...

  2. Elettrificazione dell'automobile = -20% di vendite medie di auto nuove in Francia negli ultimi 3 anni, ma un'esplosione del mercato dell'usato. Le persone finiranno per guidare tutte le loro auto d'epoca! Vedremo tornare sulle strade le Fregate, le 403, le Pl 17, le Fiat 1100, le DS 19, le Fiat Ritmo e le Fiat 850. E non sarà solo nostalgia.

  3. Nonostante la costante pubblicità, le vendite di SUV elettrici e ibridi a 40 o 50.000 euro stentano a decollare. Quindi legiferiamo e li vietiamo. E deturpiamo il paesaggio in nome dell'ecologia. E facciamo lavorare i bambini nelle miniere di litio, sempre in nome dell'ecologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.