Nuova Abarth 500 elettrica: un prezzo che punge!

Fonte : Abarth

Questo è il momento! Dopo anni di assenza di nuovi modelli dalla Abarth 124, il marchio dello scorpione presenta finalmente un nuovo modello... e che modello: un modello elettrico... con un prezzo che punge! Quindi, una macchina elettrica può essere ancora una macchina elettrica? Abarth ? Sta a voi decidere.

Torniamo al passato: quando nel 2020 è stata presentata la Fiat 500 elettrica, abbiamo sospettato che Abarth, che ha basato tutti i suoi ultimi modelli su quelli della Fiat, un giorno avrebbe presentato una 500 elettrica preparata. Queste informazioni sono state poi ufficializzate da Olivier François, responsabile dei marchi Fiat e Abarth, che ha annunciato la presentazione di una nuova Abarth 100 % nel 2024.

Forse grazie alla buona salute finanziaria del gruppo Stellantis, la Abarth 500 elettrica è stata presentata oggi con oltre un anno di anticipo rispetto al previsto. Una vera e propria sfida per un marchio il cui fondatore era solito dire "... Domenica in pista, lunedì in ufficio ".

Basato sull'attuale 500 elettrico, Abarth ha quindi "preparato" la piccola Fiat per trasformarla in una piccola auto sportiva:

  • migliore distribuzione dei pesi (57 % anteriore, 43 % posteriore) ;
  • La potenza del motore elettrico passa da 118 CV a 155 CV;
  • passo più largo di 60 mm e più lungo di 24 mm;
  • coppia da 220 Nm a 235 Nm;
  • 3 modalità di guida: Turismo, Scorpion Street e Scorpion Track;
  • peso che rimane di circa 1400 kg come la Fiat 500 elettrica;
  • L'autonomia è stata ridotta da circa 320 km a 250 km;
  • Sistema audio JBL;
  • generatore di suono che riproduce l'incomparabile "ruggito" Abarth.

Secondo il marchio, grazie a tutto questo, l'Abarth 500 elettrica sarebbe più reattiva e avrebbe prestazioni migliori rispetto a un'Abarth 695 Sia in fase di accelerazione (da 0 a 100 km/h in 7 secondi), sia in fase di accelerazione tra i 20 e i 40 km/h o tra i 40 e i 60 km/h e, infine, è più veloce di 1 secondo rispetto alla 695 sul circuito di Balocco.

In termini di design, che è anche un segno distintivo delle Abarth, ecco le modifiche rispetto alla 500 elettrica

  • un nuovo paraurti anteriore sportivo
  • minigonne laterali sportive
  • un diffusore posteriore
  • Cerchi in lega da 18 pollici
  • freni a disco anteriori e posteriori
  • spoiler sportivo

A bordo troviamo nuovi sedili sportivi in Alcantara, una nuova plancia in Alcantara, un volante sportivo a tre razze e cuciture sui pannelli delle porte e sul bracciolo centrale.

La Abarth 500 elettrica è ora disponibile per la prenotazione in due colori, verde acido o blu veleno, come coupé a partire da 43.000 euro o come cabriolet a partire da 46.000 euro. Prime consegne nella primavera del 2023.

Siamo onesti, il marchio ha fatto di tutto per preparare questa 500 elettrica come un'auto sportiva e ci è riuscito in pieno.

La brutta sorpresa è il prezzo che pungeSi tratta di quasi 15.000 euro in più rispetto alla precedente versione a combustione e di 10.000 euro in più rispetto alla Fiat 500 elettrica...

12 Commenti

Lascia una risposta
  1. Il peso è lo stesso della 500e o ci sono state ottimizzazioni con parti in carbonio o alluminio? Oppure queste cose verranno in seguito con una coppia maggiore, ad esempio per rendere il modello vivo? Per il prezzo, sappiamo che l'elettrico è un lusso. Infine per il rumore ho letto molte prese in giro, da un lato è disattivabile ma bisogna anche sentirlo realmente con i bassi e non con le micro casse dello smartphone...

  2. Per il resto l'ottima notizia, un anno avanti! Santa Lancia in paradiso, ti prego di resuscitare la Delta Evoluzione in versione elettrica il prima possibile! Con molta coppia e 210 cavalli grazie!

  3. Bella ed efficiente, ma pesante e con poca autonomia, quindi è un prezzo elevato da pagare per una piccola auto sportiva da un lato (non sono sicuro che i fan dell'Abarth la seguiranno), o per un'auto elettrica dall'altro (altri modelli fanno altrettanto bene o meglio per un prezzo equivalente). In breve, quale posizionamento, quale mercato, quali clienti?

    • La 500e è stata la terza EV più venduta in Europa il mese scorso, e sta vendendo bene nonostante sia la nuova Fiat più costosa nella storia del marchio. Una possibilità, i modelli concorrenti sono ben lontani dall'essere così iconici, ma il comportamento dovrà essere davvero degno del distintivo.

  4. Il prezzo dà l'impressione che un'auto elettrica sia un lusso, ma in realtà costa come un diesel o poco meno di un'auto a benzina.
    Un SUV è un lusso, perché non offre nulla di più della sua variante non rialzata, pur costando di più, eppure 1 vendita su 2 è un SUV. La LOA è anche un lusso, è la soluzione più costosa per finanziare un veicolo nuovo, eppure è 3 vendite su 4. Il lusso non spaventa i clienti, anzi.

  5. È molto attraente sia all'interno che all'esterno... ma dubito del fascino della formula. Le prestazioni potrebbero non essere molto diverse da quelle della 500e (con la stessa coppia e lo stesso peso), che è anche estremamente vivace per una city car (in modalità normale o di autonomia). E soprattutto, 250 km di autonomia sono molto limitati, sapendo che nella vita reale saranno molto meno: in pratica, è assolutamente impossibile con una 500e fare 320 km in un colpo solo (al massimo, si possono raggiungere 280-290 km in modalità Sherpa con la velocità limitata a 80 km/h e l'aria condizionata e altri accessori spenti... in pratica, si possono fare più o meno 220 km di autonomia, sapendo che bisogna sempre mantenere un margine prima che la batteria si scarichi completamente). Quindi mi aspetterei 170/180 km "utili" (un po' come la mini elettrica), che non sono sufficienti per uscire da un uso urbano. E in questo caso, la differenza con la 500e nella sua versione più lussuosa "La Prima" non è giustificata, se non per la ricerca di un look "sportivo", sapendo che la 500e avrà comunque un'autonomia migliore, apprezzabile nella pratica.

  6. Sto cambiando il leasing e con il PHEV e il BEV le auto hanno guadagnato in media 10.000 euro rispetto a un'auto a combustione di qualsiasi marca. Grazie alle batterie. Quindi, alla fine, non è sorprendente trovare un'Abarth a più di 40.000 euro, anche se penso che sia troppo costosa per il mercato di riferimento... la 500E sta vendendo molto bene, dopo tutto...

    • I 10.000 euro in più si ripagano in 50.000 km su un BEV acquistato. A parte questo, si tratta di un grande risparmio. Se prendi un BEV, ci racconterai com'è avere un'auto calda e sghiacciata mentre i tuoi vicini raschiano il ghiaccio 😉
      Detto questo, non capisco perché parli del prezzo se stai facendo un leasing?

      • Perché a prezzi di listino simili, i costi di leasing per phev e bev sono molto più alti, ho differenze di 100 € al mese per diversi produttori. Anche gli sconti sono più bassi (o addirittura inesistenti) su phev / bev rispetto all'epoca del diesel a benzina.

        • 100 € al mese sono appena più di un pieno. Naturalmente, per chi percorre meno di 1000 km al mese, non si risparmia.
          (Non parlo delle PHEV, che vengono utilizzate solo per aggirare la penalizzazione ambientale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *