134 Fiat Topolino sequestrate dalla dogana: continua la battaglia tra Stellantis e l'Italia

L'ennesima storia tra il governo italiano e il gruppo Stellantis. Dopo ilAlfa Romeo Milano, ribattezzata Junior ritenuto ingannevole dal governo italiano, è un altro modello che sta attirando le ire delle autorità.. In Italia sono state sequestrate ben 134 Fiat Topolino. Il motivo? Battevano bandiera italiana, anche se erano state prodotte in Marocco.. Questa informazione è stata riportata dal quotidiano italiano Il Tirreno :

"Non sono "made in Italy. Le auto elettriche, prodotte in Marocco, portavano la bandiera italiana. Secondo le agenzie delle finanze e delle dogane, si tratta di un segno distintivo ingannevole per i consumatori. [...] Per questo motivo i funzionari dell'Agenzia delle Finanze e dell'Agenzia di Stato hanno accusato Stellantis di aver indicato falsamente l'origine del prodotto".

Pubblicità
Fiat Topolino non sequestrata dalla dogana. Foto IL TIRRENO

Le autorità hanno invocato la Legge Finanziaria del 2004 e l'articolo 517 del Codice Penale italiano sullaa vendita di prodotti industriali con insegne ingannevoli. Secondo i pubblici ministeri, le bandiere tricolori sulle portiere delle auto davano l'impressione di essere sventolate. l'impressione errata che i veicoli siano stati fabbricati in ItaliaProvengono dagli stabilimenti marocchini di Stellantis.

Le auto, destinate alla commercializzazione in Italia, sono attualmente detenute presso i terminali del Leonardo Da Vinci. I veicoli sequestrati comprendono 119 Fiat Topolino e 15 Fiat Topolino Dolcevita, tutte destinate a giovani conducenti privi di patente di guida B.

Pubblicità

Di fronte a questa situazione, Stellantis ha risposto prontamente con un comunicato Nel porto di Livorno, l'Agenzia delle Dogane e l'Agenzia delle Finanze hanno sequestrato autovetture Topolino importate dal Marocco, Paese in cui i veicoli erano stati prodotti, in quanto un piccolo adesivo con i colori della bandiera italiana apposto sulle portiere poteva costituire una falsa indicazione dell'origine della merce. L'adesivo in questione aveva il solo scopo di indicare l'origine commerciale del prodotto. Infatti, il design della nuova Topolino, auto storica della Fiat dal 1936, è stato concepito e sviluppato a Torino da un team di professionisti del Centro Stile Fiat di Stellantis Europe S.p.A., una società italiana".

Il gruppo Stellantis si difende, sostenendo di essere sempre stato trasparente sull'origine marocchina della produzione della Fiat Topolino. Per risolvere il problema, ila società ha annunciato l'abbandono degli adesivi a tre colori.previa autorizzazione da parte delle autorità.

Pubblicità

Questo caso potrebbe riguardare anche la nuova Fiat 600made in Poland, che sfoggia una bandiera italiana sul paraurti posteriore. Situazioni come queste sollevano interrogativi sulla percezione e sulla tutela del "made in Italy", nonché sulle strategie di comunicazione dei gruppi automobilistici di fronte alle normative nazionali. Il braccio di ferro tra Stellantis e il governo italiano sembra tutt'altro che concluso...

11 Commenti

Lascia una risposta
  1. Come si può dimostrare che la dogana si sbaglia quando basta una bandiera per affermare che si tratta di un prodotto italiano?
    È come tutti quei prodotti venduti in Francia quando il codice a barre non inizia con 800...
    107 miliardi di euro persi per l'economia italiana in questo schema.
    Peggio ancora, la scusa di Tichy per l'Italia, che è un alleato storico, ben più valoroso di questo.Stellantis....

  2. È come per i vestiti, ci dovrebbe essere un'etichetta o un adesivo che indichi il luogo di produzione. In questo modo i consumatori avrebbero l'informazione.
    Ci sono vestiti di marca italiana prodotti fuori dall'Italia, e nessuno si lamenta. Si può anche acquistare il made in Italy, ma è più costoso.

    • Diversi anni fa, ancor prima di Stellantis, credo all'epoca della Primavera Dacia, avevo anche suggerito l'idea di esporre l'origine dell'auto negli showroom per informare e sensibilizzare l'opinione pubblica.

  3. Allo stesso tempo, questa legge italiana non è una novità, Stellantis fa auto italiane con un restyling Psa, la Ypsilon è stata sviluppata a Sochaux ..... non sognare, non ci saranno 2 uffici di progettazione, FiatPowerTrain ha meno lavoro da fare visto che giurano solo su puretoc........le mie congratulazioni al governo italiano.

  4. Spacciare vesciche per lanterne è semplicemente il piano d'affari dell'ex-PSA.

    Si parla di una "ammiraglia francese" per un'utilitaria basata su una compatta prodotta in Cina. Quando si sa questo, si capisce cosa intendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *